domenica, Agosto 1, 2021

Zwap connette professionisti con l’AI

Zwap è la piattaforma italiana che utilizza l’intelligenza artificiale per connettere professionisti e creare nuove opportunità.

Il 70% delle posizioni lavorative non sono rese pubbliche, l’80% delle nuove assunzioni sono generate tramite contatti personali e/o professionali, 9 volte maggiore è la probabilità di trovare lavoro su LinkedIn tramite referral.

Costruire la propria rete professionale è quindi fondamentale. LinkedIn è lo strumento più utilizzato per questo. Tuttavia, la mancanza di interazioni umane tra utenti e la tendenza a creare network privi di reali connessioni, riduce di molto l’utilità della piattaforma.

Ora immaginate di poter partecipare ad un network che vi fornisce la possibilità di incontrare in chiamate 1vs1 professionisti e leaders con interessi affini ai vostri.

Durante lo scorso lockdown per creare nuove connessioni da cui potessero scaturire
opportunità interessanti, tre under 25, Federico, Luigi e Luca, mossi dalla loro passione per innovazione e tecnologia, decidono di far incontrare il loro network attraverso 1-to-1 video call.

“Abbiamo unito le forze e sfruttato l’interconnessione virtuale per superare le difficoltà alla distanza imposta dalla pandemia” – ci racconta Federico. “C’è chi di noi si è occupato di finanza, chi di informatica, e chi di giurisprudenza, ma ci siamo resi conto di quanto fossimo interessati professionalmente e personalmente alle passioni di ciascuno di noi” – continua Luca. “E proprio grazie alla differenza dei background che ci siamo resi conto delle opportunità che si sarebbero potute creare unendo le nostre reti” conclude Luigi.

Nasce per questo motivo, Zwap la piattaforma online che consente di creare connessioni rilevanti e di conoscere virtualmente nuovi contatti professionali. Attraverso un’Intelligenza Artificiale, Zwap effettua un matchmaking in base al background, obiettivi e interessi di ogni utente.

A cinque mesi dal lancio, Zwap ha oltre 500 iscritti. Ci sono manager e dipendenti delle maggiori società di consulenza, giovani startupper, esperti di marketing e comunicazione, docenti universitari e creativi.

I temi sui quali vertono i meeting sono disparati: dalle evoluzioni dell’intelligenza artificiale al cambiamento climatico, dalla politica al digitale, molto dipende dalle affinità che si scoprono tra i membri della community.

Related Articles

Latest Articles