sabato, Giugno 25, 2022

I virtual influencer hanno un tasso di engagement 3 volte quelli reali.

Prima di entrare nel vivo dell'articolo, lascia che ti ricordi, che puoi iscriverti gratis alla più COMPLETA Newsletter su Realtà Virtuale, Realtà Aumentata, Start up, Intelligenza Artificiale, E-sports, Gaming, NFT, Blockchain.

Ti suggeriamo inoltre di entrare, nel Marketplace di Anyreality dove potrai trovare collaboratori e collaborazioni.

////

È nata con l’arrivo della primavera e non a caso il suo nome in arabo significa “fiore che sboccia”: si tratta di Zaira, la nuova Meta Influencer creata da Buzzoole, martech company specializzata in tecnologie e servizi per l’Influencer Marketing, e che sarà presentata oggi alle ore 16 nel metaverso di The Nemesis (un ambiente a 360 gradi che unisce realtà virtuale, esperienze 3D e tecnologia blockchain), alla presenza di ospiti e volti noti del mondo dell’Influencer Marketing in versione avatar.

Un progetto volto ad avvicinare la Gen Z ai brand più all’avanguardia e che vogliono approcciarsi ai nuovi territori del Metaverso. In particolare, l’audience principale dei virtual influencer sono donne tra i 18 e i 34 anni (circa 45%). Inoltre, c’è anche una grande porzione di giovanissimi di età compresa tra i 13 e i 17 anni (14,47%), il doppio rispetto a quelli che seguono un normale influencer di cui la percentuale di rappresentanti della Gen Z si aggira attorno al 7%.

Gianluca Perrelli, CEO di Buzzoole dichiara: “Computer graphics, meta-mondo valoriale, storytelling. Sono questi gli elementi che determinano l’eco-sistema della nostra Meta Influencer. Un progetto ambizioso, al quale abbiamo lavorato per diversi mesi e che sta già riscontrando l’interesse di nuovi partner e clienti per la creazione e lo sviluppo di nuove sinergie e progetti. I virtual influencer, infatti, possono creare empatia al pari di personaggi reali, se riescono a raccontare storie credibili e a stimolare la curiosità del proprio pubblico. Inoltre, i virtual influencer hanno un tasso di engagement tre volte superiore rispetto agli influencer reali (fonte HypeAuditor)”.

Inclusione, consapevolezza e rinascita costituiscono il sistema valoriale di Zaira, che vede la sua nascita non sulla Terra bensì all’interno del Metaverso (a differenza degli altri virtual influencer che nascono e vivono sulla Terra). Nel mondo virtuale, infatti, non esistono distinzioni di genere, di etnia, di religione e di orientamento sessuale, e ognuno ha la possibilità di esplorare le proprie potenzialità per capire chi voler essere e quali sembianze avere. Concetti, che, paradossalmente, costituiscono in questi tempi la trama stessa del dibattito delle idee sul nostro Pianeta.

La presenza di Zaira sulla Terra si configura “onlife” e ciò che la incuriosisce e la spinge ad esplorare il nostro Pianeta sono le immagini, i suoni e le informazioni che “filtrano” costantemente dai viaggi esplorativi dell’uomo nel Metaverso. Ogni volta che si immerge nel mondo reale con occhi curiosi e ingenui, scopre un territorio nuovo e nettamente più complesso e scomodo rispetto a ciò a cui è abituata.

Dal Metaverso Zaira porta con sé saldi principi etici, oltre alla voglia di farsi sentire su tematiche care alla Generazione Z: diversity, body positivity e sostenibilità. Amasperimentare, ma anche prendersi cura di sé, del suo corpo e della sua mente. Zaira pratica lo yoga e la meditazione.

Gianluca Perrelli, CEO di Buzzoole prosegue: “Zaira ha un profilo Instagram perché è una delle lenti attraverso la quale gli uomini raccontano il mondo e le sue bellezze, ma anche le sue lotte, paure e incertezze. In attesa di raggiungerci nel nostro Pianeta, comunica e utilizza il proprio profilo IG per sperimentare quello che fanno le persone reali, che nel Metaverso sono oltre 350 milioni”.

I social network, in particolare Instagram (@be_zaira), sono il principale canale attraverso cui ama farsi sentire e, soprattutto, dialogare con i propri pari. Utilizza questi strumenti, infatti, per porsi come trait d’union tra il mondo offline e il Metaverso, avvicinando i giovani ad una realtà digitale che, a discapito di quanto si dica, fa molta meno paura del mondo in cui viviamo.

///////

Per rimanere sempre aggiornati sulle nostre attività suggeriamo di entrare
nel 
Marketplace di Anyreality da qui e, se non lo avete già fatto, potete registrarvi gratis alla nostra Newsletter dal pulsante qui sotto.

////

Prima di andare via ti suggeriamo di dare un'occhiata al nostro articolo (sempre in aggiornamento) su I migliori libri sul Metaverso

////

Per rimanere sempre aggiornati sulle nostre attività suggeriamo di entrare 
da qui, nel Marketplace di Anyreality e, se non lo avete già fatto, potete registrarvi gratis alla nostra Newsletter dal pulsante qui sotto.

Related Articles

Latest Articles

I virtual influencer hanno un tasso di engagement 3 volte quelli reali.

Prima di entrare nel vivo dell'articolo, lascia che ti ricordi, che puoi iscriverti gratis alla più COMPLETA Newsletter su Realtà Virtuale, Realtà Aumentata, Start up, Intelligenza Artificiale, E-sports, Gaming, NFT, Blockchain.

Ti suggeriamo inoltre di entrare, nel Marketplace di Anyreality dove potrai trovare collaboratori e collaborazioni.

////

È nata con l’arrivo della primavera e non a caso il suo nome in arabo significa “fiore che sboccia”: si tratta di Zaira, la nuova Meta Influencer creata da Buzzoole, martech company specializzata in tecnologie e servizi per l’Influencer Marketing, e che sarà presentata oggi alle ore 16 nel metaverso di The Nemesis (un ambiente a 360 gradi che unisce realtà virtuale, esperienze 3D e tecnologia blockchain), alla presenza di ospiti e volti noti del mondo dell’Influencer Marketing in versione avatar.

Un progetto volto ad avvicinare la Gen Z ai brand più all’avanguardia e che vogliono approcciarsi ai nuovi territori del Metaverso. In particolare, l’audience principale dei virtual influencer sono donne tra i 18 e i 34 anni (circa 45%). Inoltre, c’è anche una grande porzione di giovanissimi di età compresa tra i 13 e i 17 anni (14,47%), il doppio rispetto a quelli che seguono un normale influencer di cui la percentuale di rappresentanti della Gen Z si aggira attorno al 7%.

Gianluca Perrelli, CEO di Buzzoole dichiara: “Computer graphics, meta-mondo valoriale, storytelling. Sono questi gli elementi che determinano l’eco-sistema della nostra Meta Influencer. Un progetto ambizioso, al quale abbiamo lavorato per diversi mesi e che sta già riscontrando l’interesse di nuovi partner e clienti per la creazione e lo sviluppo di nuove sinergie e progetti. I virtual influencer, infatti, possono creare empatia al pari di personaggi reali, se riescono a raccontare storie credibili e a stimolare la curiosità del proprio pubblico. Inoltre, i virtual influencer hanno un tasso di engagement tre volte superiore rispetto agli influencer reali (fonte HypeAuditor)”.

Inclusione, consapevolezza e rinascita costituiscono il sistema valoriale di Zaira, che vede la sua nascita non sulla Terra bensì all’interno del Metaverso (a differenza degli altri virtual influencer che nascono e vivono sulla Terra). Nel mondo virtuale, infatti, non esistono distinzioni di genere, di etnia, di religione e di orientamento sessuale, e ognuno ha la possibilità di esplorare le proprie potenzialità per capire chi voler essere e quali sembianze avere. Concetti, che, paradossalmente, costituiscono in questi tempi la trama stessa del dibattito delle idee sul nostro Pianeta.

La presenza di Zaira sulla Terra si configura “onlife” e ciò che la incuriosisce e la spinge ad esplorare il nostro Pianeta sono le immagini, i suoni e le informazioni che “filtrano” costantemente dai viaggi esplorativi dell’uomo nel Metaverso. Ogni volta che si immerge nel mondo reale con occhi curiosi e ingenui, scopre un territorio nuovo e nettamente più complesso e scomodo rispetto a ciò a cui è abituata.

Dal Metaverso Zaira porta con sé saldi principi etici, oltre alla voglia di farsi sentire su tematiche care alla Generazione Z: diversity, body positivity e sostenibilità. Amasperimentare, ma anche prendersi cura di sé, del suo corpo e della sua mente. Zaira pratica lo yoga e la meditazione.

Gianluca Perrelli, CEO di Buzzoole prosegue: “Zaira ha un profilo Instagram perché è una delle lenti attraverso la quale gli uomini raccontano il mondo e le sue bellezze, ma anche le sue lotte, paure e incertezze. In attesa di raggiungerci nel nostro Pianeta, comunica e utilizza il proprio profilo IG per sperimentare quello che fanno le persone reali, che nel Metaverso sono oltre 350 milioni”.

I social network, in particolare Instagram (@be_zaira), sono il principale canale attraverso cui ama farsi sentire e, soprattutto, dialogare con i propri pari. Utilizza questi strumenti, infatti, per porsi come trait d’union tra il mondo offline e il Metaverso, avvicinando i giovani ad una realtà digitale che, a discapito di quanto si dica, fa molta meno paura del mondo in cui viviamo.

///////

Per rimanere sempre aggiornati sulle nostre attività suggeriamo di entrare
nel 
Marketplace di Anyreality da qui e, se non lo avete già fatto, potete registrarvi gratis alla nostra Newsletter dal pulsante qui sotto.

////

Per rimanere sempre aggiornati sulle nostre attività suggeriamo di entrare 
da qui, nel Marketplace di Anyreality e, se non lo avete già fatto, potete registrarvi gratis alla nostra Newsletter dal pulsante qui sotto.

Related Articles

Latest Articles

I virtual influencer hanno un tasso di engagement 3 volte quelli reali.

Prima di entrare nel vivo dell'articolo, lascia che ti ricordi, che puoi iscriverti gratis alla più COMPLETA Newsletter su Realtà Virtuale, Realtà Aumentata, Start up, Intelligenza Artificiale, E-sports, Gaming, NFT, Blockchain.

Ti suggeriamo inoltre di entrare, nel Marketplace di Anyreality dove potrai trovare collaboratori e collaborazioni.

////

È nata con l’arrivo della primavera e non a caso il suo nome in arabo significa “fiore che sboccia”: si tratta di Zaira, la nuova Meta Influencer creata da Buzzoole, martech company specializzata in tecnologie e servizi per l’Influencer Marketing, e che sarà presentata oggi alle ore 16 nel metaverso di The Nemesis (un ambiente a 360 gradi che unisce realtà virtuale, esperienze 3D e tecnologia blockchain), alla presenza di ospiti e volti noti del mondo dell’Influencer Marketing in versione avatar.

Un progetto volto ad avvicinare la Gen Z ai brand più all’avanguardia e che vogliono approcciarsi ai nuovi territori del Metaverso. In particolare, l’audience principale dei virtual influencer sono donne tra i 18 e i 34 anni (circa 45%). Inoltre, c’è anche una grande porzione di giovanissimi di età compresa tra i 13 e i 17 anni (14,47%), il doppio rispetto a quelli che seguono un normale influencer di cui la percentuale di rappresentanti della Gen Z si aggira attorno al 7%.

Gianluca Perrelli, CEO di Buzzoole dichiara: “Computer graphics, meta-mondo valoriale, storytelling. Sono questi gli elementi che determinano l’eco-sistema della nostra Meta Influencer. Un progetto ambizioso, al quale abbiamo lavorato per diversi mesi e che sta già riscontrando l’interesse di nuovi partner e clienti per la creazione e lo sviluppo di nuove sinergie e progetti. I virtual influencer, infatti, possono creare empatia al pari di personaggi reali, se riescono a raccontare storie credibili e a stimolare la curiosità del proprio pubblico. Inoltre, i virtual influencer hanno un tasso di engagement tre volte superiore rispetto agli influencer reali (fonte HypeAuditor)”.

Inclusione, consapevolezza e rinascita costituiscono il sistema valoriale di Zaira, che vede la sua nascita non sulla Terra bensì all’interno del Metaverso (a differenza degli altri virtual influencer che nascono e vivono sulla Terra). Nel mondo virtuale, infatti, non esistono distinzioni di genere, di etnia, di religione e di orientamento sessuale, e ognuno ha la possibilità di esplorare le proprie potenzialità per capire chi voler essere e quali sembianze avere. Concetti, che, paradossalmente, costituiscono in questi tempi la trama stessa del dibattito delle idee sul nostro Pianeta.

La presenza di Zaira sulla Terra si configura “onlife” e ciò che la incuriosisce e la spinge ad esplorare il nostro Pianeta sono le immagini, i suoni e le informazioni che “filtrano” costantemente dai viaggi esplorativi dell’uomo nel Metaverso. Ogni volta che si immerge nel mondo reale con occhi curiosi e ingenui, scopre un territorio nuovo e nettamente più complesso e scomodo rispetto a ciò a cui è abituata.

Dal Metaverso Zaira porta con sé saldi principi etici, oltre alla voglia di farsi sentire su tematiche care alla Generazione Z: diversity, body positivity e sostenibilità. Amasperimentare, ma anche prendersi cura di sé, del suo corpo e della sua mente. Zaira pratica lo yoga e la meditazione.

Gianluca Perrelli, CEO di Buzzoole prosegue: “Zaira ha un profilo Instagram perché è una delle lenti attraverso la quale gli uomini raccontano il mondo e le sue bellezze, ma anche le sue lotte, paure e incertezze. In attesa di raggiungerci nel nostro Pianeta, comunica e utilizza il proprio profilo IG per sperimentare quello che fanno le persone reali, che nel Metaverso sono oltre 350 milioni”.

I social network, in particolare Instagram (@be_zaira), sono il principale canale attraverso cui ama farsi sentire e, soprattutto, dialogare con i propri pari. Utilizza questi strumenti, infatti, per porsi come trait d’union tra il mondo offline e il Metaverso, avvicinando i giovani ad una realtà digitale che, a discapito di quanto si dica, fa molta meno paura del mondo in cui viviamo.

///////

Per rimanere sempre aggiornati sulle nostre attività suggeriamo di entrare
nel 
Marketplace di Anyreality da qui e, se non lo avete già fatto, potete registrarvi gratis alla nostra Newsletter dal pulsante qui sotto.

////

Per rimanere sempre aggiornati sulle nostre attività suggeriamo di entrare 
da qui, nel Marketplace di Anyreality e, se non lo avete già fatto, potete registrarvi gratis alla nostra Newsletter dal pulsante qui sotto.

Related Articles

Latest Articles

I virtual influencer hanno un tasso di engagement 3 volte quelli reali.

Prima di entrare nel vivo dell'articolo, lascia che ti ricordi, che puoi iscriverti gratis alla più COMPLETA Newsletter su Realtà Virtuale, Realtà Aumentata, Start up, Intelligenza Artificiale, E-sports, Gaming, NFT, Blockchain.

Ti suggeriamo inoltre di entrare, nel Marketplace di Anyreality dove potrai trovare collaboratori e collaborazioni.

È nata con l’arrivo della primavera e non a caso il suo nome in arabo significa “fiore che sboccia”: si tratta di Zaira, la nuova Meta Influencer creata da Buzzoole, martech company specializzata in tecnologie e servizi per l’Influencer Marketing, e che sarà presentata oggi alle ore 16 nel metaverso di The Nemesis (un ambiente a 360 gradi che unisce realtà virtuale, esperienze 3D e tecnologia blockchain), alla presenza di ospiti e volti noti del mondo dell’Influencer Marketing in versione avatar.

Un progetto volto ad avvicinare la Gen Z ai brand più all’avanguardia e che vogliono approcciarsi ai nuovi territori del Metaverso. In particolare, l’audience principale dei virtual influencer sono donne tra i 18 e i 34 anni (circa 45%). Inoltre, c’è anche una grande porzione di giovanissimi di età compresa tra i 13 e i 17 anni (14,47%), il doppio rispetto a quelli che seguono un normale influencer di cui la percentuale di rappresentanti della Gen Z si aggira attorno al 7%.

Gianluca Perrelli, CEO di Buzzoole dichiara: “Computer graphics, meta-mondo valoriale, storytelling. Sono questi gli elementi che determinano l’eco-sistema della nostra Meta Influencer. Un progetto ambizioso, al quale abbiamo lavorato per diversi mesi e che sta già riscontrando l’interesse di nuovi partner e clienti per la creazione e lo sviluppo di nuove sinergie e progetti. I virtual influencer, infatti, possono creare empatia al pari di personaggi reali, se riescono a raccontare storie credibili e a stimolare la curiosità del proprio pubblico. Inoltre, i virtual influencer hanno un tasso di engagement tre volte superiore rispetto agli influencer reali (fonte HypeAuditor)”.

Inclusione, consapevolezza e rinascita costituiscono il sistema valoriale di Zaira, che vede la sua nascita non sulla Terra bensì all’interno del Metaverso (a differenza degli altri virtual influencer che nascono e vivono sulla Terra). Nel mondo virtuale, infatti, non esistono distinzioni di genere, di etnia, di religione e di orientamento sessuale, e ognuno ha la possibilità di esplorare le proprie potenzialità per capire chi voler essere e quali sembianze avere. Concetti, che, paradossalmente, costituiscono in questi tempi la trama stessa del dibattito delle idee sul nostro Pianeta.

La presenza di Zaira sulla Terra si configura “onlife” e ciò che la incuriosisce e la spinge ad esplorare il nostro Pianeta sono le immagini, i suoni e le informazioni che “filtrano” costantemente dai viaggi esplorativi dell’uomo nel Metaverso. Ogni volta che si immerge nel mondo reale con occhi curiosi e ingenui, scopre un territorio nuovo e nettamente più complesso e scomodo rispetto a ciò a cui è abituata.

Dal Metaverso Zaira porta con sé saldi principi etici, oltre alla voglia di farsi sentire su tematiche care alla Generazione Z: diversity, body positivity e sostenibilità. Amasperimentare, ma anche prendersi cura di sé, del suo corpo e della sua mente. Zaira pratica lo yoga e la meditazione.

Gianluca Perrelli, CEO di Buzzoole prosegue: “Zaira ha un profilo Instagram perché è una delle lenti attraverso la quale gli uomini raccontano il mondo e le sue bellezze, ma anche le sue lotte, paure e incertezze. In attesa di raggiungerci nel nostro Pianeta, comunica e utilizza il proprio profilo IG per sperimentare quello che fanno le persone reali, che nel Metaverso sono oltre 350 milioni”.

I social network, in particolare Instagram (@be_zaira), sono il principale canale attraverso cui ama farsi sentire e, soprattutto, dialogare con i propri pari. Utilizza questi strumenti, infatti, per porsi come trait d’union tra il mondo offline e il Metaverso, avvicinando i giovani ad una realtà digitale che, a discapito di quanto si dica, fa molta meno paura del mondo in cui viviamo.

///////

Per rimanere sempre aggiornati sulle nostre attività suggeriamo di entrare
nel 
Marketplace di Anyreality da qui e, se non lo avete già fatto, potete registrarvi gratis alla nostra Newsletter dal pulsante qui sotto.

////

Per rimanere sempre aggiornati sulle nostre attività suggeriamo di entrare 
da qui, nel Marketplace di Anyreality e, se non lo avete già fatto, potete registrarvi gratis alla nostra Newsletter dal pulsante qui sotto.

Related Articles

Latest Articles

I virtual influencer hanno un tasso di engagement 3 volte quelli reali.

Prima di entrare nel vivo dell'articolo, lascia che ti ricordi, che puoi iscriverti gratis alla più COMPLETA Newsletter su Realtà Virtuale, Realtà Aumentata, Start up, Intelligenza Artificiale, E-sports, Gaming, NFT, Blockchain.

Ti suggeriamo inoltre di entrare, nel Marketplace di Anyreality dove potrai trovare collaboratori e collaborazioni.

È nata con l’arrivo della primavera e non a caso il suo nome in arabo significa “fiore che sboccia”: si tratta di Zaira, la nuova Meta Influencer creata da Buzzoole, martech company specializzata in tecnologie e servizi per l’Influencer Marketing, e che sarà presentata oggi alle ore 16 nel metaverso di The Nemesis (un ambiente a 360 gradi che unisce realtà virtuale, esperienze 3D e tecnologia blockchain), alla presenza di ospiti e volti noti del mondo dell’Influencer Marketing in versione avatar.

Un progetto volto ad avvicinare la Gen Z ai brand più all’avanguardia e che vogliono approcciarsi ai nuovi territori del Metaverso. In particolare, l’audience principale dei virtual influencer sono donne tra i 18 e i 34 anni (circa 45%). Inoltre, c’è anche una grande porzione di giovanissimi di età compresa tra i 13 e i 17 anni (14,47%), il doppio rispetto a quelli che seguono un normale influencer di cui la percentuale di rappresentanti della Gen Z si aggira attorno al 7%.

Gianluca Perrelli, CEO di Buzzoole dichiara: “Computer graphics, meta-mondo valoriale, storytelling. Sono questi gli elementi che determinano l’eco-sistema della nostra Meta Influencer. Un progetto ambizioso, al quale abbiamo lavorato per diversi mesi e che sta già riscontrando l’interesse di nuovi partner e clienti per la creazione e lo sviluppo di nuove sinergie e progetti. I virtual influencer, infatti, possono creare empatia al pari di personaggi reali, se riescono a raccontare storie credibili e a stimolare la curiosità del proprio pubblico. Inoltre, i virtual influencer hanno un tasso di engagement tre volte superiore rispetto agli influencer reali (fonte HypeAuditor)”.

Inclusione, consapevolezza e rinascita costituiscono il sistema valoriale di Zaira, che vede la sua nascita non sulla Terra bensì all’interno del Metaverso (a differenza degli altri virtual influencer che nascono e vivono sulla Terra). Nel mondo virtuale, infatti, non esistono distinzioni di genere, di etnia, di religione e di orientamento sessuale, e ognuno ha la possibilità di esplorare le proprie potenzialità per capire chi voler essere e quali sembianze avere. Concetti, che, paradossalmente, costituiscono in questi tempi la trama stessa del dibattito delle idee sul nostro Pianeta.

La presenza di Zaira sulla Terra si configura “onlife” e ciò che la incuriosisce e la spinge ad esplorare il nostro Pianeta sono le immagini, i suoni e le informazioni che “filtrano” costantemente dai viaggi esplorativi dell’uomo nel Metaverso. Ogni volta che si immerge nel mondo reale con occhi curiosi e ingenui, scopre un territorio nuovo e nettamente più complesso e scomodo rispetto a ciò a cui è abituata.

Dal Metaverso Zaira porta con sé saldi principi etici, oltre alla voglia di farsi sentire su tematiche care alla Generazione Z: diversity, body positivity e sostenibilità. Amasperimentare, ma anche prendersi cura di sé, del suo corpo e della sua mente. Zaira pratica lo yoga e la meditazione.

Gianluca Perrelli, CEO di Buzzoole prosegue: “Zaira ha un profilo Instagram perché è una delle lenti attraverso la quale gli uomini raccontano il mondo e le sue bellezze, ma anche le sue lotte, paure e incertezze. In attesa di raggiungerci nel nostro Pianeta, comunica e utilizza il proprio profilo IG per sperimentare quello che fanno le persone reali, che nel Metaverso sono oltre 350 milioni”.

I social network, in particolare Instagram (@be_zaira), sono il principale canale attraverso cui ama farsi sentire e, soprattutto, dialogare con i propri pari. Utilizza questi strumenti, infatti, per porsi come trait d’union tra il mondo offline e il Metaverso, avvicinando i giovani ad una realtà digitale che, a discapito di quanto si dica, fa molta meno paura del mondo in cui viviamo.

///////

Per rimanere sempre aggiornati sulle nostre attività suggeriamo di entrare
nel 
Marketplace di Anyreality da qui e, se non lo avete già fatto, potete registrarvi gratis alla nostra Newsletter dal pulsante qui sotto.

////

Per rimanere sempre aggiornati sulle nostre attività suggeriamo di entrare 
da qui, nel Marketplace di Anyreality e, se non lo avete già fatto, potete registrarvi gratis alla nostra Newsletter dal pulsante qui sotto.